venerdì, 21 settembre 2018

Rottamazione cartelle esattoriali: sì alla alle multe stradali

a misura così come prevista dal Decreto Legge n 193/16 non riguarda la sanzione in sé ma solo gli interessi derivanti dal mancato pagamento della contravvenzione

12 febbraio 2018 | La Sentinella | Reply More

Le cartelle esattoriali facenti capo a multe stradali possono essere rottamate.

Tuttavia la misura così come prevista dal Decreto Legge n 193/16 non riguarda la sanzione in sé ma solo gli interessi derivanti dal mancato pagamento della multa.

La ratio della norma consiste nel fatto che che la somma da cui nasce il debito è una sanzione e non un tributo.

Per le multe stradali, l’articolo 195 del Codice della Strada stabilisce che in caso di infrazione si paga da un importo-base minimo ad un massimo fino a 4 volte.

Solitamente si può pagare se si ottempera entro 60 giorni dalla notifica (con un ulteriore sconto del 30% introdotto a fine estate 2013 per chi provvede entro cinque giorni).

Dopo di che l’importo lievita alla metà del massimo, cioè all’incirca il doppio del minimo. Proprio questa parte costituisce l’aggravio principale per chi ha multe arretrate: ed è la parte che, come si è scritto, la rottamazione lascia invariata.



Attualità

E’ entrato in vigore lo scorso 14 luglio ma fin dal suo esordio il cosiddetto
Addio all’atto di citazione. E’ questa la riforma del processo civile annunciata per l’autunno dal
In caso di condanna ex art. 2087 c.c. è diritto del datore di lavoro rivalersi
Saranno obbligatori dal 31 marzo i corsi di formazione per l’accesso alla professione forense. E’

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.