giovedì, 26 novembre 2020

Riforma della scuola, la Cgil chiede un incontro al governo: “Il DDL presenta incertezze e criticità”

Per il sindacato l'istruzione deve tornare ad essere simbolo di coesione sociale

22 Giugno 2015 | La Sentinella | Reply More

ScuolaUn incontro con il governo per discutere delle incertezze e criticità della riforma della scuola.

Non fa di certo sconti la Cgil riguardo per ciò che concerne il DDL Buona Scuola. “L’iter parlamentare – scrive in una nota il sindacato – è caratterizzato da incertezze e criticità rispetto all’obiettivo più volte dichiarato dal Governo di approvare in tempi rapidi il progetto di riforma”.

Tutto ciò è  per i rappresentanti dei lavoratori “Il segno che l’ascolto reale del mondo della scuola non si è mai realizzato anche a fronte delle grandi mobilitazioni e proteste che hanno segnato gli ultimi mesi, a partire dallo sciopero del 5 maggio 2015”.

Il sistema dell’istruzione lungi dall’essere un pretesto per battaglie politiche deve tornare ad essere simbolo di unità.

“La scuola pubblica, come ci ricorda Calamandrei, è “organo costituzionale” ed “espressione di unità, di coesione e di uguaglianza civica”: non può diventare strumento di battaglie politiche che poco hanno a che fare con il merito delle questioni: su questo terreno, non ci sono vincitori né vinti. Noi vogliamo che vinca la scuola, auspichiamo lo voglia anche chi ha la responsabilità di guidare il Paese”.



Senza categoria

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.