venerdì, 18 agosto 2017

Pubblica Amministrazione, in arrivo nuove regole per i dipendenti

23 febbraio 2017 | La Sentinella | Reply More

Approdano oggi in consiglio dei ministri due decreti legislativi con il compito di riscrivere le regole del rapporto di lavoro nella pubblica amministrazione.

Quella odierna è la prima lettura di provvedimenti che poi dovranno andare al Consiglio di Stato e alle commissioni parlamentari. Sarà necessaria poi l’intesa con gli enti territoriali.

Superamento degli organici attuali e premialità, sono questi gli obiettivi principali delle norme.

Il primo, da perseguire attraverso una programmazione che potrà differenziare i vincoli di turn over anche all’interno dei singoli settori della Pa.

La seconda, da raggiungere per mezzo dell’elargizione di incentivi agli Enti da erogarsi in base alle attività svolte e quindi al bisogno di personale per garantirle.

Altro obiettivo da centrare è poi anche il superamento del precariato da raggiungere attraverso una duplice strategia.

Da un lato per mezzo di un piano straordinario di assunzioni di chi ha maturato almeno tre anni di servizio anche non continuativo, da attuare con concorsi riservati per i precari che non hanno superato selezioni in passato; la seconda fermando le co.co.co.

A decidere sui premi di produttività saranno i contratti nazionali che dovranno però garantire differenziazioni in base alle pagelle dei dipendenti.

La valutazione, nelle intenzioni del governo, si sposta però dai singoli alle performance complessive dell’ufficio.

Nelle Pa resterà in vigore l’articolo 18 vecchia maniera, ma i vizi procedurali non potranno azzoppare le sanzioni e in caso di reintegro deciso dal giudice l’amministrazione potrà ritentare il procedimento disciplinare.



Attualità

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.