mercoledì, 20 settembre 2017

Procedura esecutiva: tutto quello che c’è da sapere per evitare sorprese

26 marzo 2016 | La Sentinella | Reply More

pignoramento-immagineA partire dal 31.03.2015 vige l’obbligo di iscrivere a ruolo i procedimenti esecutivi soltanto in modalità telematica ai sensi degli art. articoli 518, 543 e 557 c.p.c.

Con la presente guida si intende quindi offrire un strumento semplice ed intuitivo per districarsi nelle more del nuovo processo telematico concernente in particolar modo l’esecuzione.

In primis è d’uopo aver sempre presente i termini da rispettare a pena di decadenza.

L’iscrizione a ruolo quindi dovrà avvenire entro:

per le espropriazioni mobiliari entro 15 giorni dalla data di restituzione al creditore del verbale o atto di pignoramento, titolo esecutivo e precetto;

per le espropriazioni immobiliari entro 15 giorni dalla notifica dalla data di restituzione al creditore del verbale o atto di pignoramento, titolo esecutivo e precetto;

per i pignoramenti presso terzi entro 30 giorni dalla notifica dalla data di restituzione al creditore del verbale o atto di pignoramento, titolo esecutivo e precetto;

per il pignoramento di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi entro 30 giorni dalla notifica dalla comunicazione dell’istituto vendite giudiziarie di presa in consegna del veicolo inviata a mezzo PEC al creditore pignorante.

La richiesta di vendita o di assegnazione dei beni pignorati dovrà avvenire altresì entro 45 giorni. (art. 497 c.p.c.).

L’iscrizione a ruolo va deposita come “atto principale” così come previsto dall’art. 159 bis disp. att. cpc. Essa va scritta con un programma di elaborazione testi (es: MSword, LibreOffice) e trasformata in PDF.  La nota deve contenere l’indicazione delle parti, le generalità e il codice fiscale, ove attribuito, della parte che iscrive la causa a ruolo, del difensore, della cosa o del bene oggetto di pignoramento e, inoltre, le indicazioni contenute nel Decreto Ministeriale del 19 marzo 2015, pubblicato in gazzetta ufficiale in data 23.3.2015 (entrato in vigore il 7/4/2015). Si segnala che il redattore SLpct, versione 1.3.9, redige automaticamente la Nota di Iscrizione a Ruolo.

N.B.: Come detto, il redattore SLpct 1.3.9 genera in automatico la Nota di Iscrizione a ruolo come pdf nativo ed atto principale. Al momento, però, indica i dati di un solo terzo  pignorato: il che non inficia l’iscrizione a ruolo in considerazione del fatto che il file DatiAtto.xml è completo di ogni dato che verrà quindi correttamente importato dal SIECIC all’atto dell’accettazione della busta del Cancelliere.

Inoltre sarà indispensabile allegare la copia conforme:

– del titolo esecutivo

– dell’atto di precetto, completo delle relate di notifica

– dell’atto di pignoramento e, quindi (a seconda dei casi) del verbale di pignoramento mobiliare (nel caso di espropriazione mobiliare)

– della citazione contenente il pignoramento presso terzi, completa delle relate di notifica (nel caso di pignoramento presso terzi)

– dell’atto di pignoramento immobiliare

– della nota di trascrizione del pignoramento immobiliare: quest’ultima potrà però essere depositata successivamente, con separato deposito telematico, non appena il Conservatore dei Registri immobiliari l’avrà restituita.

Ai sensi dell’art. 18 DL 132/2014 (che ha aggiunto agli articoli 518, 543 e 557 c.p.c. la medesima previsione), “la conformità di tali copie è attestata dall’avvocato del creditore ai soli fini del presente articolo”.

Pagamento del contributo unificato. 

Come chiarito dalla Circ. Min. Giustizia 3/3/2015, il pagamento del contributo unificato (e della marca da 27 €) va effettuato in fase di iscrizione a ruolo per il solo pignoramento presso terzi. Per il pignoramento mobiliare e per quello immobiliare, infatti, il DPR 115/2002 prescrive che esso debba avvenire ad opera della parte che procede al deposito dell’istanza di vendita. Siccome tale adempimento può avvenire nei 45 giorni dal pignoramento, il deposito dell’istanza di vendita (e quindi il pagamento del c.u.) nei pignoramenti mobiliari presso il debitore ed in quelli immobiliari può avvenire successivamente, entro l’indicato termine.



Guide

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.