lunedì, 24 giugno 2019

Periscope e Meerkat, le nuove app per il live streaming

Le applicazioni sono già utilizzate da le redazioni de La Stampa, Repubblica e Radio 24

23 Aprile 2015 | La Sentinella | Reply More

PeriscopeSemplici, colorate e appena lanciate. Le nuove app per il live streaming  Periscope e Meerkat stanno ottenendo un’accoglienza più che buona tra il pubblico e si avviano perfino a cambiare il modo di fare informazione, alcune redazioni come quelle de La Stampa, Repubblica e Radio 24 hanno già cominciato ad utilizzarle creando vere micro dirette via smartphone. Prudente una delle massime autorità nel settore della tecnologia  video e streaming, Dan Rayburn, che ricorda di aver visto molte piattaforme simili non decollare affatto dopo un primo iniziale slancio.

Eppure le due nuove app hanno un asso nella manica: nascono nell’epoca di massima pervasività dei social nertwork, strumenti pervasiv che servizi lanciati in passato non hanno potuto sfruttare. Entrambe sono integrate con Twitter facendo fare letteralmente un salto dalla diretta fatta di tweet alla diretta video con messaggistica istantanea incorporata. Ad aver un vantaggio tra le due è Periscope, più giovane di appena un mese e che essendo stata comprata dal servizio di microblogging dell’uccellino blu dà la possibilità all’utente di trasportare quasi in automatico i suoi follower sulla piattaforma di live streaming.

La logica alla base, forse l’elemento vincente di queste nuove app, è infatti che come nei più popolari social network si può diventare follower, commentare e mettere dei ‘like’ per esprimere il gradimento. Altro punto di forza è la semplicità. Periscope ha una visualizzazione piuttosto pulita, l’elemento più distraente sono i cuoricini svolazzanti che indicano quanti like si stanno ottenendo.

La schermata di Meerkat risulta un po’ più affollata ma comunque intuitiva.

Problema comune è la scarsa possibilità di mantenere a disposizione il video una volta finito lo streaming. Periscope lo conserva per le 24 ore successive nella timeline, Meerkat permette con uno specifico hashtag  di caricarlo direttamente su youtube.

Al di là delle specifiche tecniche entrambe le app fanno ciò che promettono nel nome. Si comportano da periscopio, consentendo di vedere a distanza, o si comportano come un suricato (in inglese meerkat), un simpatico mammifero africano capace di comunicare con i suoi simili con una vasta gamma di versi, in un sorta di passaparola ‘virale’. Le potenzialità sono state già colte da redazioni e anche da partiti politici. A casa nostra un intervento di Matteo Renzi alla direzione Pd è stato trasmesso su Periscope, mentre negli Stati Uniti si guarda già alle elezioni presidenziali del 2016 come Meerkat elections



Tecnologia

E’ entrato in vigore lo scorso 14 luglio ma fin dal suo esordio il cosiddetto
Addio all’atto di citazione. E’ questa la riforma del processo civile annunciata per l’autunno dal
In caso di condanna ex art. 2087 c.c. è diritto del datore di lavoro rivalersi
Saranno obbligatori dal 31 marzo i corsi di formazione per l’accesso alla professione forense. E’

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.