sabato, 18 agosto 2018

Lavoro. Cala la disoccupazione: – 0,2% rispetto a maggio

I dati diffusi dall'Istat spiegano la crescita grazie alla maggiore occupazione delle donne

1 agosto 2017 | La Sentinella | Reply More

La disoccupazione scende al 11,1% con un calo rispetto a maggio di 0,2%. Sono questi i dati diffusi dall’Istat. Cala poi anche il tasso di disoccupazione giovanile che si stabilizza al 35,4%.

A spiegare la crescita italiana di giugno, aggiunge l’Istat, è interamente la componente femminile: tra le donne, il tasso di occupazione a giugno raggiunge il 48,8% e tocca così il valore più alto dall’avvio delle serie storiche, ovvero almeno dal 1977. Invece per gli uomini si registra un modesto calo, e interessa in particolare i 15-24enni e i 35-49enni.

In aumento gli inattivi.

L’incidenza di coloro che non cercano lavoro ne ce l’hanno, risulta in calo tra i 15-24enni e i 35-49enni e in crescita nelle restanti classi di età. Il tasso di inattività è pari al 34,9%, invariato rispetto ad maggio.

Anche su base annua l’aumento del numero di occupati (+0,6%, +147 mila) “è determinato principalmente dalle donne e riguarda i lavoratori dipendenti (+367 mila, di cui +265 mila a termine e +103 mila permanenti), mentre calano gli indipendenti (-220 mila)”, spiega l’Istat.

Si conferma il mix demografico-pensionistico che privilegia i più anziani: “A crescere sono gli occupati ultracinquantenni (+335 mila) a fronte di un calo nelle altre classi di età (-188 mila). Nello stesso periodo diminuiscono i disoccupati (-5,6%, -169 mila) e gli inattivi (-0,6%, -80 mila)”.

Su base mensile, però, si registra un primo rallentamento della crescita occupazionale degli over50, con un calo dello 0,1%.



Attualità

E’ entrato in vigore lo scorso 14 luglio ma fin dal suo esordio il cosiddetto
Addio all’atto di citazione. E’ questa la riforma del processo civile annunciata per l’autunno dal
In caso di condanna ex art. 2087 c.c. è diritto del datore di lavoro rivalersi
Saranno obbligatori dal 31 marzo i corsi di formazione per l’accesso alla professione forense. E’

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.