mercoledì, 21 ottobre 2020

In tilt la stazione Centrale di Milano, l’ira di Codacons: “Le Ferrovie risarciscano i passeggeri”

Il guasto è durato dalle 10 50 alle 11 30 di ieri e ha portato alla soppressione di cinque treni

8 Agosto 2014 | La Sentinella | Reply More

La SentinellaE’ stata un’altra giornata di passione quella vissuta ieri a Milano da chi viaggiava in treno. La stazione Centrale del capoluogo lombardo è andata in tilt dalle 10 50 alle 11 30 per una serie di guasti tecnici. Il risultato è stato la cancellazione di cinque treni (quattro da Milano a Bergamo e uno da Brescia a Milano), due deviati, 21 limitati e 42 con ritardi fra i cinque e gli oltre 100 minuti. Senza contare il disagio dei viaggiatori rimasti per ore a guardare i monitor, a fare la fila al punto assistenza, a chiedere chiarimenti ai vicini.

Immediate le proteste da parte di Codacons 

“Si tratta di un disservizio gravissimo, che ha avuto pesanti ripercussioni per l’utenza, in un periodo in cui i cittadini si spostano per le vacanze estive. Per tale motivo – scrive l’associazione in una nota – chiediamo alla Procura di aprire una indagine per la fattispecie di interruzione di pubblico servizio, accertando i fatti e le relative responsabilità”

Dovuto un risarcimento a chiunque abbia patito il disservizio.

“Tutti i passeggeri che, a causa del disservizio, abbiano subito ritardi e disagi, hanno diritto a ricevere un indennizzo automatico da parte delle Ferrovie. Se ciò non avverrà – conclude il Codacons – sarà inevitabile una azione collettiva per far valere i diritti degli utenti”.



Senza categoria

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.