domenica, 17 dicembre 2017

Il governo presenta il piano pensioni da 300 mln, Camusso: “Misure insufficienti”

L’esecutivo viene incontro alle richieste di Cgil, Cisl e Uil sull'allentamento dei requisiti per la pensione di anzianità a partire dal 2019 ma per la leader della CGIL non basta

14 novembre 2017 | La Sentinella | Reply More

Un piano in sette punti e 300 milioni di risorse, è questa la proposta del Governo sul tema delle pensioni presentata ieri ai sindacati.

Nel dettaglio, l’esecutivo viene incontro alle richieste di Cgil, Cisl e Uil sull’allentamento dei requisiti per la pensione di anzianità a partire dal 2019, quando scatterà l’innalzamento dell’età pensionabile per via dell’aumento dell’aspettativa di vita.

Le categorie esentate rimangono 15 (le 11 categorie di lavori gravosi individuate ai fini dell’Ape, l’anticipo pensionistico, e in più i lavoratori agricoli, siderurgici, marittimi e i pescatori).

Rimangono esclusi i postini, vigili del fuoco e lavoratori della ristorazione, categorie delle quali si era parlato in questi giorni come possibili beneficiarie della norma.

Soddisfatto il premier Paolo Gentiloni “Credo che sia stato fatto un buon lavoro. Nelle condizioni date il governo mette in campo un impegno finanziario importante. Ci sono le condizioni per dare un messaggio positivo al paese, mi auguro che si possano concretizzare”.

Di tutt’altro avviso la leader della CGIl Susanna Camusso che parla di “misure insufficienti. Le distanze – sottolinea con forza – sono ancora molto significative e le proposte fatte oggi non delineano una facile soluzione”.



Attualità

Il biotestamento è finalmente legge, il Senato ha approvato nei giorni scorsi il testo che
Il biotestamento è legge; il Senato ha dato il via libera alla legge il 14
Ogni documento informatico può essere firmato digitalmente per mezzo della cosiddetta firma digitale. Essa rappresenta
Rigurgiti fascisti investono il bel Paese turbando il sonno delle anime belle di una sinistra
Il reato di stalking non è più considerato un reato “cancellabile” mediante l’istituto della riparazione

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.