mercoledì, 21 ottobre 2020

Energia elettrica. Presentato “open meter”: il nuovo contatore intelligente di Enel

Il nuovo apparecchio permetterà di controllare con un'apposita app in tempo reale

27 Giugno 2017 | La Sentinella | Reply More

Si chiama “open meter” e si preannuncia come una vera e propria rivoluzione nel campo delle rilevazioni dei consumi di energia elettrica.

Il nuovo contatore Enel infatti avrà la possibilità di controllare con un’apposita app, praticamente in tempo reale, i propri consumi.

Occorreranno però non meno di quindici anni per vederlo installato in tutte le utenze del territorio nazionale che ammontano a 32 milioni.

L’operazione è completamente a carico del gestore elettrico, che per la  campagna di installazione investirà 4,3 miliardi.

“Con questa operazione l’Italia si colloca all’avanguardia nel mondo. Si tratta di un grande passo, un forte salto in avanti nelle prestazioni. Open Meter unisce le esigenze di tutelare il consumatore con le potenzialità tecniche, che fanno dell’Italia un Paese all’avanguardia”. Fa sapere l’amministratore delegato Francesco Starace.

Oltre ai 32 milioni di contatori da sostituire, Enel conta di installare altri 9 milioni di “Open meter” per nuove connessioni e richieste dei clienti.

Il piano prevede che entro  il 2019 ne verranno collocati 13 milioni, per 1,3 miliardi. Un secondo step è fissato al 2024, per 2,7 miliardi.

I lavori di installazione –  hanno  spiegato Starace e il direttore Infrastrutture e Reti Global, Livio Gallo –  saranno realizzati da circa 250 imprese esterne, interessando complessivamente circa 4mila tecnici sull’intero territorio nazionale.

Design d’autore ma non solo.

L’apparecchio è stato disegnato dall’architetto Michele De Lucchi e messo a punto dopo “un lungo lavoro” nel quale ha avuto grande parte l’Autorità per l’energia, il nuovo contatore offrirà, come ha spiegato Starace, “un mondo di possibilità per case, fabbriche, uffici, centri commerciali, con un salto di prestazioni sia nella tutela del consumatore che nelle nuove opportunità offerte”.

I risparmi grazie alle nuove funzionalità dovrebbero aggirarsi tra il 2 e il 6%.

Sarà inoltre più facile il cambio di fornitore e la voltura, e più rari i conguagli. I venditori, invece, potranno disegnare proposte più aderenti ai profili di consumo, comprese le pre-pagate, utili in particolare per le seconde case.

Hai subito un disservizio con operatori di energia elettrica o gas? Clicca qui



Attualità

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.