lunedì, 20 novembre 2017

Energia. Al via dal 1 gennaio 2018 l’offerta “Placet”: sarà obbligatoria per tutti i venditori

E’ quanto sancito dalla deliberazione dell'Autorità dell'energia elettrica e il gas  555/2017/R/com

3 agosto 2017 | La Sentinella | Reply More

Un’offerta per venire incontro alle esigenze di chiarezza ed efficienza più volte invocate dai consumatori.

Si chiama “Placet” la proposta che a partire dal 1 gennaio 2018 tutti gli operatori di energia elettrica e gas dovranno obbligatoriamente proporre ai propri clienti al momento della stipula di un contratto di fornitura.

E’ quanto sancito dalla deliberazione dell’Autorità dell’energia elettrica e il gas  555/2017/R/com che ha definito la nuova offerta come “un ausilio a disposizione dei consumatori per rafforzare la loro capacità di scelta e agevolare la comparazione nel mercato libero, colmando l’asimmetria informativa spesso esistente nel rapporto tra le parti”.

L’offerta prevederà due pacchetti: una, articolata in quota punto (€/cliente/anno) e una in quota energia (proporzionale ai volumi prelevati – €/kWh o €/Smc).

A sua volta la quota energia può essere variabile, cioè indicizzata al prezzo della materia prima nei mercati all’ingrosso con l’aggiunta di uno spread definito dal venditore, o fissa per un certo periodo (1 anno).

Per la fatturazione, prosegue l’Autorità, si applicherà la disciplina del TIF (Testo integrato fatturazione) senza possibilità di prevedere deroghe, come invece avviene per il mercato libero.

Non potranno essere previsti addebiti ulteriori per la ricezione della fattura o l’accesso ai propri consumi.

Il cliente riceverà anche uno sconto nel caso di fatturazione elettronica e domiciliazione dei pagamenti, come accade già oggi per i clienti dei servizi di tutela.

Il contratto avrà ha durata indeterminata, fatta salva la facoltà di recesso, con condizioni economiche rinnovate ogni 12 mesi e un prezzo comunque liberamente definito tra le parti.

Con adeguato anticipo rispetto alla scadenza, il venditore dovrà informare il cliente, con apposita comunicazione, delle condizioni economiche applicate trascorsi 12 mesi e il cliente deciderà se aderire, anche in forma tacita.

Le famiglie poi potranno sempre usufruire del Bonus sociale previsto per chi è in condizioni di disagio economico/fisico.

Hai subito un disservizio con operatori di energia elettrica o gas? Clicca qui



Attualità

[caption id="attachment_15654" align="alignleft" width="300"] Totò Riina[/caption] “E’ morto il maestro ma la musica esiste” non
I possessori di contrassegno invalidi di cui all’art. 12 d.P.R./96 hanno diritto a transitare all’interno
Un piano in sette punti e 300 milioni di risorse, è questa la proposta del
Giunti alla fine della creazione della busta telematica su SLpct al fine del deposito di
Un autovelox in grado di rilevare qualsiasi tipo di infrazione di chi è alla guida.

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.