martedì, 27 ottobre 2020

Compravendita immobili. La legge sulla concorrenza introduce più tutele per il compratore

Il testo normativo ha introdotto la facoltà per il compratore di richiedere il deposito del prezzo al notaio rogante fino alla trascrizione del contratto

5 Settembre 2017 | La Sentinella | Reply More

Nuove tutele per chi acquista immobili. La legge sulla concorrenza infatti (la n 124/17 in vigore dal 29 agosto scorso) ha introdotto la facoltà per il compratore di richiedere il deposito del prezzo al notaio rogante fino alla trascrizione del contratto di compravendita.

La nuova procedura consentirà di evitare parecchi inconvenienti specie per chi decida di non trascrivere il preliminare.

In particolare sarà scongiurato il pericolo che tra la data del rogito e quella della sua trascrizione nei registri venga pubblicato un gravame inaspettato a carico del venditore o peggio ancora che il venditore venda più volte il medesimo immobile.

In estrema sintesi quindi allorquando si decida di non trascrivere il preliminare di vendita, il notaio, a richiesta di una delle parti avrà l’obbligo di tenere in deposito il saldo del prezzo destinato al venditore fino a quando non sarà eseguita la formalità pubblicitaria con la quale si acquisisce la certezza che l’acquisto si è perfezionato senza subire gravami.



Attualità

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.