sabato, 17 novembre 2018

Assunzione assistenti giudiziari. I sindaci di Palermo e Matera scrivono al Ministro Orlando: “Risolva il problema in tempi rapidi”

L'invito inviato al guardasigilli dai due primi cittadini è soltanto l'ultimo dei tanti che negli ultimi mesi si sono susseguiti grazie all'attività del Comitato Idonei Concorso Assistenti Giudiziari

17 febbraio 2018 | La Sentinella | Reply More

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando

Pieno sostegno all’attività promossa dal Comitato Idonei Assistenti Giudiziari che da mesi si batte per il completo scorrimento della graduatoria del concorso indetto dal Ministero della Giustizia per far fronte alla cronica assenza di personale nei Palazzi di Giustizia.

E’ quello espresso dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli che ha fatto sapere di aver chiesto al Ministero di procedere all’assunzione di tutti gli idonei.

Stesso invito fatto proprio anche dal Sindaco di Palermo Leoluca Orlando che ha reso noto di aver assicurato “ogni fattiva opera di sensibilizzazione presso il Ministero al fine di ottenere la risoluzione del problema nei modi e nei tempi più soddisfacenti per i rappresentanti del C.I.A.G.

Il sindaco di Matera Raffaello de Ruggieri

Sulla stessa linea anche l’appello al Ministro lanciato dal primo cittadino di Matera: Raffaello de Ruggieri.

La selezione, di cui tanto si discute nelle aule di Giustizia e che secondo molti risolverebbe gran parte dei mali del sistema giudiziario ha visto la partecipazione lo scorso aprile di oltre 80 mila candidati a fronte di oltre 300 mila domande pervenute.

Moltissimi i laureati malgrado il titolo di accesso fosse il diploma di scuola Superiore, secondo i dati diffusi dal Ministero essi sono stati il 53% dei partecipanti.

Ad oggi sono stati assunti 1420 unità, a cui andranno ad aggiungersi altri 1420 nei prossimi mesi. Mancherebbero poi all’appello altri 2095 che si conta di assumere entro il 2019.

Una solidarietà quella espressa nei confronti del movimento che ha visto l’impegno e la partecipazione diretta perfino del Ministro Andrea Orlando che si è esposto in prima persona per dare un’accelerata al piano di assunzioni.

E’ stata sua infatti la firma che agli inizi di febbraio ha portato alla revisione delle piante organiche del comparto e che ha dato la possibilità ad altri 1400 aspiranti di essere assunti entro breve.

Grande è l’entusiasmo da parte dei promotori del CIAG che in diverse note hanno espresso gratitudine e riconoscenza al Ministro Orlando e a tutte le personalità del mondo civile e politico che hanno sposato la loro causa.  



Attualità

E’ entrato in vigore lo scorso 14 luglio ma fin dal suo esordio il cosiddetto
Addio all’atto di citazione. E’ questa la riforma del processo civile annunciata per l’autunno dal
In caso di condanna ex art. 2087 c.c. è diritto del datore di lavoro rivalersi
Saranno obbligatori dal 31 marzo i corsi di formazione per l’accesso alla professione forense. E’

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.