lunedì, 26 giugno 2017

Articolo 11 TIF

Emissione della fattura di chiusura

11.1 Al fine di recapitare la fattura di chiusura entro sei settimane decorrenti dal giorno

della cessazione della fornitura, il venditore procede con la relativa emissione non

oltre:

Allegato A

13

  1. a) il secondo giorno solare precedente lo scadere di tale periodo di sei

settimane, qualora nel contratto di fornitura siano previste modalità di

emissione della fattura in formato elettronico;

  1. b) l’ottavo giorno solare precedente lo scadere di tale periodo di sei settimane,

nei casi differenti da quelli di cui alla precedente lettera a).

11.2 Il venditore invia tempestivamente la fattura in modo che sia rispettato il termine

di recapito di cui al comma 11.1, registrando ed archiviando la data di invio per i

casi di cui alla lettera a) del medesimo comma e la data di consegna al vettore

postale, o comunque di spedizione, per i casi di cui alla lettera b).

11.3 Al fine del computo dei consumi contabilizzati nella fattura di chiusura, il

venditore è tenuto a utilizzare i dati di misura messi a disposizione dall’impresa di

distribuzione in occasione della cessazione della fornitura, nel rispetto del

seguente ordine di priorità:

  1. a) dati di misura effettivi messi a disposizione dall’impresa di distribuzione;
  2. b) autoletture comunicate dal cliente finale ai sensi della presente Sezione e

validate dall’impresa di distribuzione ai sensi di quanto previsto

dall’Articolo 8 della deliberazione 100/2016/R/com;

  1. c) dati di misura stimati.

11.4 In caso di indisponibilità dei dati misura di cui al comma 11.3, il venditore è

comunque tenuto a:

  1. a) emettere una fattura con consumi stimati entro i termini di cui al comma

11.1;

  1. b) restituire, nella fattura di cui alla precedente lettera a), il deposito cauzionale

eventualmente corrisposto dal cliente finale;

  1. c) comunicare, con la fattura di cui alla lettera a), al cliente finale che tale

fattura non costituisce una fattura di chiusura e che quest’ultima verrà

emessa non appena saranno messi a disposizione dati di misura da parte

dell’impresa di distribuzione.

11.5 La disciplina di cui alla presente Sezione non si applica:

  1. a) all’eventuale fattura che si rendesse necessaria in seguito ad una rettifica da

parte dell’impresa di distribuzione dei dati di misura utilizzati nella fattura

di chiusura;

  1. b) alla fattura successiva alla fattura basata su stime del venditore, emessa ai

sensi di quanto previsto dal comma 11.4.