venerdì, 22 novembre 2019

Alunno investito fuori scuola, condannato l’istituto: “Aveva l’obbligo di vigilare”

E’ questo il principio sancito dalla Sent. n 21593/17 della Corte di Cassazione che ha confermato il verdetto del Tribunale di Firenze

21 Settembre 2017 | La Sentinella | Reply More

L’obbligo di vigilanza sugli alunni da parte del personale scolastico nei pressi della scuola si protrae fino a quando i minori non vengano presi in consegna da altri soggetti sottoposti al medesimo obbligo.

E’ questo il principio sancito dalla Sent. n 21593/17 della Corte di Cassazione che ha confermato il verdetto del Tribunale di Firenze che a seguito della richiesta di risarcimento danni avanzato dai genitori e dal fratellino di un alunno morto investito da un autobus di linea aveva ripartito le responsabilità dell’accaduto per il 40% tra autista e Comune e per il 20% al Ministero dell’Istruzione.

A nulla è valsa la difesa del dicastero che si era difeso argomentando che i punti di raccolta degli alunni esterni all’istituto non rientravano sotto la giurisdizione della scuola.

Non la pensano così i giudici che hanno affermato come il fatto che l’incidente sia accaduto fuori dall’istituto non fa venir meno l’obbligo del personale scolastico del far salire e scendere gli alunni dai mezzi di trasporto anche allorquando quest’ultimi tardino ad arrivare.



DIRITTO CIVILE

Addio all’atto di citazione. E’ questa la riforma del processo civile annunciata per l’autunno dal
In caso di condanna ex art. 2087 c.c. è diritto del datore di lavoro rivalersi
Saranno obbligatori dal 31 marzo i corsi di formazione per l’accesso alla professione forense. E’
Continuare a mantenere alta l’attenzione sullo scorrimento totale della graduatoria del concorso per Assistenti giudiziari

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.