martedì, 27 ottobre 2020

AFAM. Il 31 luglio scade il termine per presentare le domande per l’assegnazione degli incarichi

Le graduatorie nazionali provvisorie saranno pubblicate sul sito internet del Ministero e sulla pagina dedicata Afam entro il 25 settembre

14 Luglio 2014 | La Sentinella | Reply More

La SentinellaC’è tempo fino al 31 luglio per presentare domanda per l’assegnazione di incarichi a tempo determinato per il personale docente delle istituzioni statali dell’Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica (AFAM). A prevederlo è il Decreto Ministeriale 30 giugno 2014 n. 526.

I soggetti ammessi a presentare la domanda – secondo quanto previsto dalla normativa sono coloro che, oltre ad essere in possesso dei requisiti generali comuni per l’ammissione ai concorsi pubblici, hanno “maturato, a decorrere dall’anno accademico 2001-2002, almeno tre anni accademici di insegnamento, con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato o con contratto di collaborazione, ovvero con contratto di collaborazione continuata e continuativa o altra tipologia contrattuale nelle medesime istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica”

Per anno accademico si intende “l’aver svolto 180 giorni di servizio con incarico a tempo determinato o con contratto di collaborazione”. In relazione a quest’ultimi la norma specifica che, “per i contratti di collaborazione coordinata e continuativa e per altre tipologie contrattuali, si considera anno accademico l’aver svolto almeno 125 ore di insegnamento nei corsi accademici di primo o di secondo livello”.

Costituzione delle graduatorie.

I candidati possono presentare domanda se il servizio è stato prestato a seguito di inclusione in graduatoria di istituto formata con selezione pubblica, nelle Istituzioni dell’AFAM statali, nei corsi di vecchio ordinamento nonché nei corsi di primo e secondo livello.

La domanda di inserimento nella graduatoria nazionale può essere presentata ogni tre anni accademici di insegnamento, sempre a seguito di inclusione in graduatoria di istituto sulla base di pubblica selezione, per la disciplina/settore insegnato. Se l’insegnamento nei tre anni accademici è stato prestato per settori diversi, in prima battuta il candidato opta per la disciplina per la quale ha prestato la maggioranza del servizio. Se invece, ad esempio nei tre anni ha prestato servizio per tre diversi insegnamenti, sceglie liberamente per quale optare.

Se il servizio è stato prestato in materie “prima ricomprese in un’unica classe di concorso, poi scorporata per effetto di quanto previsto dai decreti attuativi del decreto del Presidente della Repubblica 8 luglio 2005, n. 212 in nuovi settori disciplinari, lo stesso è inserito nella graduatoria nazionale dal medesimo scelta, ovvero in più graduatorie nazionali per le rispettive materie, fermo restando quanto stabilito nei commi precedenti. Nel caso in cui il servizio sia stato reso in una materia prima costituente un’unica classe di concorso e poi la stessa sia stata ricondotta in altro settore disciplinare, il candidato può utilizzare il servizio prestato nella vecchia classe di concorso ai fini dell’inserimento nella graduatoria relativa al nuovo settore disciplinare”

La domanda deve essere inviata, previa registrazione, al sito web dellAFAM 

Le graduatorie nazionali provvisorie saranno pubblicate sul sito internet del Ministero e sulla pagina dedicata AFAM entro il 25 settembre.



Senza categoria

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.